Chi è Loredana Morandi

4 ottobre 2009

Questo blog nasce con l’intenzione di far conoscere il vero volto di Loredana Morandi.
Questa signora nonostante si presenti come presidentessa di un gruppo di bloggers per la pace è in realtà una persona che già dal lontano 2004 si è fatta conoscere per episodi di diffamazione nei confronti di molta gente, una sorta di “celebrità trollica” del web.Loredana Morandi si è spacciata in passato per avvocato o professoressa (ha la sola licenza media), per Giurista Democratica (smentita poi dai veri Giuristi Democratici sezione Roma), e più e più volte ha millantato il titolo di giornalista (ricevendo più denunce e segnalazioni da parte dell’Ordine dei Giornalisti).Loredana Morandi dal 2004 ad oggi ha collezionato un discreto numero di denunce anche da parte di avvocati e magistrati. Il motivo è sempre lo stesso: appena la si contraddice o si esprime un parere un pelino diverso dal suo scatta in lei la molla che la porta a pubblicare nei suoi vari siti i nomi, i cognomi, gli indirizzi di queste persona associandole a reati come la pedofilia e la pornografia.
Ecco un breve “storico” delle epiche avventure della signora:
1) Gennaio 2003: Loredana Morandi accusa il vero giornalista Luigi Barbato direttore della testata online “Giustizia e libertà”. Dagli scritti risulta che Loredana Morandi accusa (senza prove dimostrabili) il giornalista Barbato di avergli inviato un virus da un indirizzo email “da battaglia” (cit.). Barbato le risponde che le accuse sono piuttosto gravi e che procederà a risolvere la situazione in sede civile e penale.

2) Ottobre 2003: Loredana Morandi viene “espulsa a calci” (parole del moderatore) dal gruppo Yahoo “No Berluska” dopo aver di punto in bianco (partendo da un semplice litigio, come al solito) cominciato a divulgare dati personali dei partecipanti ed avvisato una serie impressionante di autorità quali Consolato, Garante per la Privacy, Ministero dell’Interno, Poltel etc che il gruppo è una copertura per la diffusione di materiale pornografico. Ovviamente non vi è traccia di alcun reato ed il gruppo dopo aver pregato in forward tutte le autorità importunate di intervenire per liberarli dai deliri della donna è ancora oggi in ottima salute.

3) 9 Dicembre 2003: Commento sul blog di Splinder dove Loredana Morandi segnalava “via email, via commenti la presenza di una persona indagata su due procure italiane: Roma e L’Aquila per la gestione di siti pedopornografici” (si veda il commento numero 49). Appello riportato anche su “Giustizia Quotidiana” su piattaforma Blogger (Appello contro la pedopornografia on line), anche qui con sputtanamento di dati vari.

4) Dicembre 2003: Loredana Morandi lascia tranquillamente che i suoi figli minorenni (all’epoca 9-10 anni) aggiornino vari blog ancora on line sulle piattaforme splinder. (qui, qui e qui)

5) Giugno 2004: Loredana Morandi accusa tramite le pagine dei suoi blog il vero giornalista Gianluca Neri di reati di pornografia e pedofilia a titolo del tutto gratuito. Accuse che verranno in automatico girate anche all’avvocato difensore del Neri.
(Qui e qui per la versione di Gianluca Neri, qui per la versione di Loredana Morandi)

6) Giugno 2004: Per la serie “o con me o contro di me” chiunque attraverso il proprio blog supportava Gianluca Neri veniva accusato dalla Morandi di qualche reato. Alcuni esempi son quelli che vedono protagonisti Alberto Puliafito (qui e qui), Brodo Primordiale, Wittgenstein, Massimo Mantellini e Pfall. Naturalmente sputtanati dalla signora Morandi nei seguenti blog:
http://web.archive.org/web/*/http://lunadicarta.splinder.it
http://web.archive.org/web/*/http://lunadicarta2.splinder.it
http://web.archive.org/web/*/http://gqbiblioteca.splinder.com
http://web.archive.org/web/*/http://giustiziaquotidiana.splinder.it
http://web.archive.org/web/*/http://gqpolitico.splinder.it
http://web.archive.org/web/*/http://gqambiente.splinder.it
http://web.archive.org/web/*/http://net10news.splinder.com
http://web.archive.org/web/*/http://controguerra.splinder.it
http://web.archive.org/web/*/http://bloggersperlapace.splinder.it
http://web.archive.org/web/*/http://www.smsdiminaccia.splinder.com
http://web.archive.org/web/*/http://lunadicarta.iobloggo.com
http://web.archive.org/web/*/http://lunadicarta.blog.excite.it
http://web.archive.org/web/20040815115515/lunattivissima.splinder.com/

7) Giugno 2004: Naturalmente le piattaforme che ospitano i siti della signora Morandi visti i contenuti diffamatori (e deliranti) decideranno di chiuderle i vari blog. La Morandi allora inneggiando ad un attacco hacker comincia a sputar veleno contro i gestori delle piattaforme apostrofando come “criminali truffatori” i gestori dei portali i quali grazie a comunicati stampa e online decideranno di adire per vie legali nei confronti della signora Loredana Morandi come deciderà di fare la comunità di Iobloggo.com con tanto di comunicato stampa e forum.

8) Giugno 2004: Tra le persone attaccate da Loredana Morandi sempre in quel periodo c’è una tale Lia, professoressa italiana in Egitto, titolare di un blog la quale faceva notare alla signora Morandi che in un suo articolo scritto su uno dei tanti blog (questo a tematiche pacifiste) dal titolo “Poveri di spirito e pornografia morale…” c’erano delle foto che la signora Morandi asseriva fossero foto di uno stupro da parte di militari americani su una donna irachena e che la signora Lia invece attribuiva ad un film pornografico estremamente cruento di cui molte testate giornalistiche on line avevano già dato notizia in precedenza come spiegato (qui).
Loredana Morandi allora parte all’attacco con una serie di accuse (tra cui anche quella di pornografia) e una denuncia riportata nei rispettivi siti (
qui per la signora Morandi, qui per la signora Lia).

9) Giugno 2005: Altro episodio reperibile in rete è l’accusa da parte di Loredana Morandi contro la testata giornalistica online “Punto informatico“, alla cui redazione giunge una mail con copia conoscenza alla Poltel Roma, al Garante della Privacy, ai Carabinieri e al Servizio Abuse Aconet nella quale la signora Morandi accusa Punto Informatico di essere una sorta di covo dell’illegalità. La redazione della testata giornalistica, citando le stesse parole dell’articolo, “nonostante falsità così evidenti e una diffamazione così pesante, ha deciso per il momento di astenersi dal ricorrere ad una querela”. I numerosi commenti alla notizia mettono a tacere Loredana Morandi che decide di spostarsi verso altri lidi.

10) 2006: Loredana Morandi per “ripulire il suo nome” decide di sparire e di usare il nickname di Urlokristiano e barby25 (o B25) col quale dietro la tematica della lotta alla pedofilia non esita a scrivere parole inneggianti al razzismo, afferma che l’omosessualità è sinonimo di pedofilia e altre amenità. Un gruppo di ragazzi le fa chiudere più di 30 blog al suon di “baciami le chiappe”.

11) 2007: Loredana Morandi si appassiona ai giochi online e il bazzicare questi ambienti fin troppo giovanili fa proprio pensare! Suoi sono profili sparsi nei più popolari giochi online (col nick di PadronadiAzzurro su Ogame, sul forum della sua “allenza“, col nick Re-L su Nuclear War, ^LadyBlue^ ), sui forum di cartoni animati (qui il profilo) tra cui Naruto ( e ben visibile anche qui il profilo).

12) 2007: I cartoni animati portano Loredana Morandi nel mondo del Fansub. Ne entra a farne parte da luglio 2007, quando con il nick ^LadyBlue^ si iscrive al Forum TNTfansub dove si spaccia per 25enne, figlia di giornalista Rai e diplomatico italiano in Canada. Dello stesso periodo è infatti l’iscrizione al forum di Yumeshima col nick di Azzurraofborg e la registrazione al forum Thebestsharing.org col nick -Re-L- (oggi utente deregistrato ma che team e admin confermano sia lei). la signora Morandi si offre come sharer, ovvero distributrice delle opere attraverso le maggiori piattaforme di scambio file (qui e qui ci sono ancora le “prove provate”). In seguito si offrirà pure come traduttrice, ma con scarsi risultati. Bannata per comportamenti isterici nelle varie comunità.

13) 2007: a causa di un’amore virtuale (con tanto di pornoblog scritto dalla stessa Morandi) finito male, Loredana decide di far la guerra alla comunità Yumeshima, ad Azzurra.org sulla quale si appoggiava la chat di Yumeshima ed anche al canale #sesso sempre ospitato su Azzurra.org.

Le accuse? Pedofilia, pornografia, associazione a delinquere…e altri 2564 reati che coinvolgono oltre 40 persone che con queste accuse non hanno niente a che fare.
GRUPPO INFORMATIVO SU LOREDANA MORANDI SU FB
CONTRO IL CYBERBULLISMO DI LOREDANA MORANDI
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: